You are here: Home Page
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Computer Alta FedeltÓ
  Il nostro fornitore di fiducia per Hardware & Software

Ministero Salute
  Info, leggi e normative del settore sanitario.

ASL SA/3
  Sito dell'ASL SA/3

B.U.R.C.
  Bollettino Ufficiale Regione Campania

Esami del Sangue

 

Acido Urico

Rappresenta il prodotto finale del metabolismo delle purine.
Nel caso il valore plasmatici dell'acido superi 10 mg/100ml, l'acido urico può precipitare ed accumularsi nelle articolazioni e nel tessuto connettivo (gotta).
Valori normali: 3-7.0 mg/dl
Aumento dei valori:gotta, terapie farmacologiche con diuretici o chemioterapici, dieta ad alto contenuto di purine, dieta ad alto contenuto di fruttosio, malattie poliferative, sindrome di Lesch-Nyhan, insufficienza renale cronica.
Diminuzione dei valori: Farmaci, tubulopatie renali.

Aldolasi

Enzima presente principalmente nei muscoli e nel cuore.
I valori di tale enzima sono assai variabili (soprattutto in età pediatrica, ove sono più elevate di quello dell'adulto) in funzione dello stress fisico e della temperatura.
Valori normali: 0.5-3.5 U/L
Aumento dei valori:
Miopatie, distrofia muscolare, cardiopatie.

Amilasi

Enzima contenuto principalmente nel pancreas e nelle ghiandole salivari.
Un danno a tali organi ne provoca un immediato aumento nel sangue.
Valori normali: 100-300 U/L
Aumento dei valori:
pancreatine acuta, pancreatine cronica, intossicazione da alcool etilico, nefropatie, infiammazione delle ghiandole salivari.
Diminuzione dei valori:
insufficienza pancreatica acuta.

Ammoniemia

L'ammoniaca prodotta nel nostro organismo deriva principalmente dal fegato in seguito al metabolismo degli aminoacidi.
Valori normali:
50-100 microgrammi/100ml
Aumento dei valori:
cirrosi epatica, malattie metaboliche, epatite.

Anticorpi Anti D-NA

Sono autanticorpi (anticorpi caratteristici delle malattie autoimmuni) non organo specifici presenti di norma nelle seguenti patologie:
Anti-DNA:
Lupus, cirrosi, epatite virale, malattie del collagene.
Anti-Mitocondri:
Epatite croniche, cirrosi.
Anti.nucleo:
Lupus.

Anticorpi Anti Tiroide

Sono autanticorpi (anticorpi caratteristici delle malattie autoimmuni) prodotti dal sistema immunitario nei confronti di alcune componenti tiroidee (tireoglobulina, antigene microsomiale).
Vengono di norma riscontrati della Tiroidine di Hashimoto e nella Tiroidine atrofica.

Anticorpi Anti-Endomisio EMA

Sono autoanticorpi (anticorpi caratteristici delle malattie autoimmuni) prodotti dal sistema immunitario nei confronti della mucosa intestinale.
Vengono di norma riscontrati nella Malattia Celiaca.

Anticorpi Anti-Mitocondri

Sono autanticorpi (anticorpi caratteristici delle malattie autoimmuni) non organo specifici presenti di norma nelle seguenti patologie:
Anti-DNA:Lupus, cirrosi, epatite virale, malattie del collagene.Anti-Mitocondri:Epatite croniche, cirrosi.Anti.nucleo:Lupus.

Anticorpi Antimuscolo Liscio ed Anti Muscolo Striato

Sono autoanticorpi (anticorpi caratteristici delle malattie autoimmuni) nei confronti del tessuto muscolare.
Vengono di norma riscontrati della Miastenia (antiocorpi anti muscolo striato), nell'Epatite Cronica attiva ed altre malattie epatiche e proliferative (anticorpi anti muscolo liscio).

Anticorpi Anti-Nucleo

Sono autanticorpi (anticorpi caratteristici delle malattie autoimmuni) non organo specifici presenti di norma nelle seguenti patologie:
Anti-DNA:Lupus, cirrosi, epatite virale, malattie del collagene.Anti-Mitocondri:Epatite croniche, cirrosi.Anti.nucleo:Lupus.

Antigene AU

E' antigene di superficie (HbsAg) del virus dell'Epatite B, no sempre scompare con la fine della malattia.La sua persistenza indica una probabile cronicizzazione dell'Epatite B.Dopo la malattia compare l' HbsAb l'anticorpo specifico che ritroviamo anche dopo il ciclo di vaccinazione.

Apolipoproteina A1

Proteina trasportatrice dei lipidi plasmatici (HDL, chilomicroni).
Se ne riscontra un aumento in caso di ipercolesterolemia e malattie coronariche.

Apolipoproteina B

Proteina trasportatrice dei lipidi plasmatici (LDL, VLDL).
Valori normali:
35-100mg/100ml
Aumento dei valori:
Diabete, Sindrome Nefrosica
Diminuzione dei valori:
Abetalipoproteinemia

 

Azotemia

L'azotemia rappresenta la misurazione dell'Urea plasmatica, prodotto finale del metabolismo degli aminoacidi.
Il suo livello è terminato dall'azoto presente negli alimenti, dall'attività metabolica del fegato e dalla capacità di escrezione del rene.
Valori normali:20-50mg/dl
Aumento dei valori:Insufficienza renale, dieta, emorragie, terapia steroidea
Diminuzione dei valori:Nefrosi, insufficienza epatica, dieta.

Bilirubina

Composto chimico derivante dal metabolismo dei globuli rossi ed, in particolare, dell'emoglobina (Hb).
La bilirubina veicolata dall'albumina che non ha ancora raggiunto il fegato si definisce indiretta.
La bilirubina metabolizzata dal fegato si definisce bilirubina diretta.
La bilirubina totale rappresenta la somma di entrambe le componenti.
Bilirubina indiretta
Valore normale: 0.2-0.80 mg/dl
Aumento dei valori: Anemia emolitica, Sindrome di Gilbert
Bilirubina diretta
Valore normale: 0.02-0.25 mg/dl
Aumento dei valori:epatiti, danni epatici, ostacoli al deflusso biliare, Sindrome di Dubin-Johnson:
Bilirubina totale:Valore normale: 0.3-1.1mg/100ml
Aumento dei valori:itteri ereditari.

Colesterolo

Il colesterolo ematico deriva da due fonti principali:
il colesterolo endogeno, sintetizzato dal fegato (80%), ed il colesterolo esogeno, che viene prodotto con gli alimenti (20%). Il colesterolo trasportato da lipoproteine ad alta densità viene denominato HDL (cosiddetto colesterolo buono), quello veicolato da lipoproteine a bassa densità viene denominato LDL(cosiddetto colesterolo cattivo). Un tasso di colesterolo più alto della norma è principalmente legato ad un errato apporto alimentare o a fattori genetici, ma può essere anche legato a diverse condizioni patologiche (iperlipoproteinemie, epatopatie, ipotiroidismo, diabete, alcoolismo terapia cortisonica).
Un valore elevato di colesterolo (soprattutto nella sua componente LDL) è un fattore di rischio significativo nello sviluppo di malattie cardiovascolari.
Colesterolo totale - Valore Normale - 150-200mg/dll
Colesterolo LDL - Valore Normale - 70-110mg/dl
Colesterolo HDL - Valore Normale - 50-80mg/dl

CPK

Enzima deputato al metabolismo muscolare:
è presente principalmente nel muscolo e nel cuore.
Valori normali: 50-100mU/ml
Aumento dei valori:
infarto, distrofia muscolare, affaticamento muscolare.

Creatina

E' il principale indicatore della funzionalità renale, in quanto dipende solamente dal metabolismo proteico endogeno.
Valori normali: 0.5-1.3mg/dl
Aumento dei valori:insufficienza renale, infezioni, diabete, ipotiroidismo.
Diminuzione dei valori:ipertiroidismo, anemie.

Elettroforesi dell'Emoglobina

Permette di distinguere emoglobine anomale permettendo la diagnosi di diverse emoglobinopatie, in particolare modo per la diagnosi delle talassemie.

Elettroforesi proteica (QSPE)

Esame che permette di separare le varie frazioni delle proteine del sangue sfruttando la loro differente capacità di migrazione in un campo elettrico.
Si differenziano in questo modo diverse "bande" caratterizzate dalle seguenti tipologie proteiche:

Albumina (v.n. 54-68%)
Alfa-1-globuline (v.n.3.7-7.8%)
Alfa-2-globuline (v.n.5.2-10.7%)
Beta-globuline (v.n. 8.5-14%)
Gamma-globuline(v.n. 10,7-19,3%)
Proteine totali: 6.0-8.0 g/l

Emocromo

L'emocromo o esame emocromocitometrico (dal greco kromos: colore, kytos: cellula e metros: misura), è un esame completo del sangue che serve a determinare la quantità di globuli (bianchi, rossi e piastrine), i livelli dell'ematocrito (HTC), dell'emoglobina (Hb) e di altri parametri del sangue.



Esempi di valori provenienti da un emocromo:

WBC

Param

Valore

Unità

Basso

Alto

(Globuli Bianchi)

WBC

7.2

K/µL

6.5

8.1

 

Neu%

52.6

%

47.0

57.0

 

Eos%

9.9

%

6.0

16.0

 

Bas%

0.1

%

0.0

1.0

 

Lym%

28.1

%

24.0

34.0

 

Mon%

9.3

%

6.0

10.0

 

Neu#

3.8

K/µL

3.4

4.2

 

Eos#

0.71

K/µL

0.43

1.2

 

Bas#

0.01

K/µL

0.00

0.07

 

Lym#

2.0

K/µL

1.7

2.5

 

Mon#

0.67

K/µL

0.45

0.75

 

 

 

 

 

 

 

Lx

17

 

 

 

 

Ly

15

 

 

 

+

Nx

88

 

 

 

+

Ny

42

 

 

 















RBC

Param

Valore

Unità

Basso

Alto

(Globuli Rossi)

RBC

4.27

M/µL

4.12

4.48

 

Hb

12.3

g/dL

11.7

13.7

 

Hct

40.4

%

36.7

41.5

 

MCV

94.7

fL

87.0

95.0

 

MCH

28.8

pg

27.0

32.0

 

MCHC

30.4

%

29.0

36.0

 

RDW-cv

17.7

%

16.7

18.7

+

RDW-sd

68.5

fL

57.0

67.0



PIt

Param

Valore

Unità

Basso

Alto

(Piastrine)

PIt

205

K/µL

192

282

+

MPV

8.9

fL

6.7

8.7

 

Pct

0.18

%

0.15

0.21

 

PDW

9.7

%

7.5

10.5


Emoglobina

L'emoglobina (Hb) è una emoproteina deputata al trasporto dell'ossigeno nel sangue.
E' contenuta all'interno dei globuli rossi ed il suo valore viene determinato attraverso l'emocromo.
I valori normali dell'emoglobina sono compresi tra 13.0 e 18g/dl nell'uomo e tra 12 e 16.0g/dl nella donna.
Nei bambini tali valori sono inferiori e variano secondo l'età.
Se la concentrazione di Emoglobina scende oltre il 20% rispetto ai valori normali per età e sesso di parla di Anemia.

Emoglobina Glicosilata

L'emoglobina glicosilata si forma dall'emoglobina e dal glucosio per reazione non mediata da enzimi.
Si accumula nei globuli rossi in quantità direttamente proporzionale ai valori del glucosio nel sangue ed è molto stabile.
Serve quindi per monitorare l'andamento della glicemia nel tempo.
Valori normali:
5-7.5% della Hb totale.

Fattore Reumatoide (Reuma test)

E' una immunoglobulina (spesso della classe IgM) che si trova in numerose condizioni patologiche.
E' positivo in un'alta percentuale di casi di Artrite Reumatoide, Sindrome di Sjogren, Lupus ed altre malattie autoimmuni.

Ferritina

L'indice più attendibile delle riserve di ferro dell'organiasmo.
Valori normali:
uomo 15-200ng/ml
Donna 12-150ng/ml
Aumento dei valori:
eccesso di ferro, emocromatosi, infiammazioni
Diminuzione dei valori:
carenza di ferro.

Fosfatasi Acida

E' un enzima prodotto principalmente dalla prostata, ma anche dal fegato, dalla milza e dalle cellule ematiche.
Valori normali:
Uomo: 2.5-12 U/L
Donna: 0.3-9.5 U/L
Aumento dei valori:
emolisi, morbo di Paget, malattie proliferative.
Diminuzione dei valori:
neoplasie prostatiche, malattie metaboliche.

Fosfatasi Alcalina

E' un enzima prodotto dal tessuto osseo, fegato ed intestino.
Valori normali:
Bambini 100-600mU/L
Adulti 75-220mU/L
Aumento dei valori:
malattie ossee, osteomielite
Diminuzione dei valori:
Ipotiroidismo, ipofosfatemia.

Gamma GT

La Gamma GT (Gamma Glutamil Traspeptidasi) è un enzima localizzato nel fegato e nelle vie biliari.
Valori normali:
uomo 6-28 U/L
donna 4-18U/L
Aumento dei valori:
Malattie ostruttive epatiche e delle vie biliari.
Diminuzione dei valori:
Epatopatie, infiammazioni, cirrosi, intossicazioni.

Glicemia

E' la determinazione del valore della concentrazione di Glucosio nel sangue venoso o capillare.
Valori normali:
70-100mg/dl (a digiuno)
Aumento dei valori (iperglicemia):
diabete mellico, pancreatine, insufficienza renale, terapie cortisoniche.
Diminuzione dei valori (ipoglicemia):
alcool, farmaci, digiuno, Sindrome di Zollinger-Ellison.

Immunoglobuline

Le immunoglobuline sono proteine prodotte da alcune cellule del sistema immunitario (linfociti B) aventi funzione anticorpale.
Le immunoglobuline di dividono in quattro classi principali:
Immunoglobuline G (IgG)
Immunoglobuline M (IgM)
Immunoglobuline A (IgA)
Immunoglobuline E (IgE)

LDH

La Latticodeidrogenasi (LDH) è un enzima presente nel miocardio, nel rene, nel fegato e nei muscoli.
Valore medio (nel siero):
120-240 U/L
Aumento dei valori:
Miositi, miopatie, sforzi prolungati, tachicardia prolungata, infarto, epatite virale, cirrosi, anemie.

Piastrine

Sono cellule prive di nucleo appartenenti agli alementi figurati nel sangue: hanno la proprietà di aggregarsi in presenza di particolari condizioni.
Questo fenomeno è alla base del controllo del fenomeni emorragici.
L'aumento del numero delle piastrine si definisce piastrinosi, la loro diminuzione piastrinopenia.
Valori normali:
150.000-400.000
Aumento dei valori:
Infezioni, policitemia, anemia ferropriva, malattie mielo-proliferative, artrite reumatoide, splenectomia.
Diminuzione dei valori:
Trombocitopenie ereditarie, malattie mielo-proliferative, infezioni, farmaci.

 

Proteina Creatina

Viene sintetizzata dal fegato e prende il nome dalla capacità di reagire con il polisaccaride C dello pneumococco.
Viene prodotto in seguito a stimoli endogeni (es.infiammazioni) ed esogeni (es.traumi).
Valori normali: fino a 0.8mg/100ml
Aumento dei valori:
infiammazioni, infezioni batteriche, insufficienza reanle, infarto

Pt

Tempo di Protrombina,
Tempo di Quick
Valori normali: 80-100%
Valori terapeutici (in terapia con anticoagulanti): 25-35%, INR 2.5 - 3,5
Aumento dei valori:
Epatopatie, CID, Aspirina, anticoagulanti orali, deficit vitamina K.

Ptt

Tempo parziale di tromboplastina.
Rappresenta il dosaggio dei fattori della coagulazione intrinseca.
Valori normali:30-45"
Aumento dei valori:
Deficit dei fattori V,VII,IX,X,XII, terapia con eparina.

Sidermia

Rappresenta il ferro libero nel siero.
Valori normali:
50-150mcg/100ml
Aumento dei valori:
Emocromatosi, talassemia, trasfusioni.
Diminuzione dei valori:
Anemia da carenza di ferro, infezioni, gravidanza,microcitemia.

T3-T4

Ormoni prodotti dalla ghiandola tiroidea.
Le frazioni libere di tali ormoni sono rispettivamente l'FT3 e l'F.
Valori normali:
T3 60-200ng/l
T4 260-660ng/l
Aumento dei valori:
ipertiroidismo
Diminuzione dei valori:
ipotiroidismo

 

FT3-FT4

Ormoni prodotti dalla ghiandola tiroidea e sono le frazioni libere del T3 e T4 .
Valori normali:
FT3

FT4
Aumento dei valori:ipertiroidismo
Diminuzione dei valori:ipotiroidismo

Tas

Rappresenta il dosagio degli anticorpi prodotti dall'organismo dei confronti di una componente dello Streptococco, la Streptolisina O.


Trigliceridi

Vengono sintetizzati dal fegato mediante l'esterificazione del glicerolo con acidi grassi.
Aumentano soprattutto in caso di diete troppo ricche di carboidrati (zuccheri) e lipidi (grassi).
Valori normali: 30-180mg/100ml
Aumento dei valori:
Iperlipoproteinemie, Sindrome nefrosica, diabete, gravidanza.
Diminuzione dei valori:
Malnutrizione, ipertiroidismo.

Transferrina

E' una beta-globulina deputata al trasporto del ferro ai depositi.
Valori normali: 250-400mcg/100ml
Aumento dei valori:
mancanza di ferro, gravidanza.
Diminuzione dei valori:
Nefrosi, insufficienza renale cronica, Atransferrinemia congenita.

 

Transaminasi

Enzimi prodotti dal citoplasma e dai mitocondri soprattutto a livello epatico e muscolare.
Aspartato Aminotrasferasi (AST, GOT, SGOT)
Valori normali: 10-25 U/L
Alanino Aminotrasferasi (ALT, GPT, SGPT)
Valori normali: 8-20 U/L
Aumento dei valori delle Transaminasi:
Epatite, danno epatico da farmaci e sostanze chimiche, iperalimentazione, alcoolismo, miositi, infarto, mononucleosi.

Transferrina

E' una beta-globulina deputata al trasporto del ferro ai depositi.
Valori normali: 250-400mcg/100ml
Aumento dei valori:
mancanza di ferro, gravidanza.
Diminuzione dei valori:
Nefrosi, insufficienza renale cronica, Atransferrinemia congenita.

Trigliceridi

Vengono sintetizzati dal fegato mediante l'esterificazione del glicerolo con acidi grassi.
Aumentano soprattutto in caso di diete troppo ricceh di carboidrati (zuccheri) e lipidi (grassi).
Valori normali: 30-180mg/100ml
Aumento dei valori:
Iperlipoproteinemie, Sindrome nefrosica, diabete, gravidanza.
Diminuzione dei valori:
Malnutrizione, ipertiroidismo.

TSH

Ormone prodotto dall'ipofisi che controlla l'attività della chiandola tiroidea.
Valori normali: 0.5/4mU/ml
Aumento dei valori: Ipotiroidismo, tiroiditi
Diminuzione dei valori: Deficit ipofisario, terapia con ormoni tiroidei.

Ves

I valori di riferimento
Il valore normale della VES dopo 1 ora  non superano i 2 mm nel neonato, nel maschio adulto arrivano a 10 mm, nella femmina adulta a 15 mm, mentre nell'anziano possono superare i 20 mm. Mnemonicamente,
VES uomo = età/2
VES donna = (età+10)/2
IK è considerato normale fra 10 e 20.

 

Marcatori tumorali

PSA e PSAF

Il PSA e la prevenzione del tumore della prostata

Sembra ridimensionarsi il ruolo del PSA nello screening delle affezioni prostatiche: i maggiori esperti italiani riuniti a Trieste hanno infatti convenuto che almeno il 20% delle patologie benigne e maligne a carico dalla prostata è asintomatico e non produce un aumento dei valori del PSA . In tale contesto è facile ipotizzare un ruolo sempre più importante della ecografia e della biopsia eco-guidata.

Cosa è e a cosa serve fare questo tipo di esame
Il Free-PSA (Antigene Prostatico Specifico Libero) è una glicoproteina presente nel sangue in forma libera.

è presente nel tessuto prostatico normale sia ipertrofico che neoplastico. Associato ad altri esami strumentali è un utile test di conferma nel caso di tumori alla prostata. Utile anche nel follow-up postoperatorio per la determinazione di eventuali recidive o metastasi.
Per una corretta valutazione clinica è importante determinare il rapporto tra il free-PSA ed il PSA Totale che deve essere minore di 0,20%.